Maschio Bianco Etero – John Niven

Cominciare è sempre la parte più difficile di qualsiasi occupazione.  Ho deciso di inaugurare ufficialmente questo blog personale con una recensione di un libro che mi sento di consigliare caldamente a coloro che a vario titolo cercano un libro capace di ricordare almeno in parte lo stile di Charles Bukowski.

maschio bianco etero john nivenNon fraintendete quanto ho appena affermato, non voglio lanciarmi in un paragone a dir poco ambizioso mettendo John Niven alla pari di Charles Bukowski, ma dal punto di vista stilistico, la scrittura di Niven, ironica e tagliente, ricorda lo stile del buon vecchio Hank, sebbene la profondità e la capacità di empatizzare con il lettore siano assolutamente su due livelli diversi.

Maschio Bianco Etero racconta la sregolata vita di Kennedy Marr, scrittore inglese di successo donnaiolo, alcolista, egocentrico e narciso che trova ad Hollywood il terreno fertile per dare sfogo a tutti i suoi eccessi. Fino a quando la sterilità creativa e l’agenzia delle entrate non lo porteranno a fare i conti con una impellente necessità di sistemare le proprie finanze e fare di nuovo i conti con una realtà che si era lasciato alle spalle.

Costretto ad accettare un lauto premio letterario Kennedy si troverà a dover insegnare in un importante College inglese e affrontare così tutta la vita, gli affetti e le persone che si era lasciato alle spalle una volta raggiunto il successo.

Ci si potrebbe fermare all’apparenza delle prime cinquanta pagine ed etichettare il libro di Niven come il personaggio di Kennedy. Un libro che cerca di stupire il lettore con una buona dose di volgarità e ironia capace di ricordare i capolavori di Bukowski, giocandosi tutto sulla personalità garantita da un personaggio maledetto ed odioso al punto giusto senza mai diventare antipatico al lettore, ma sarebbe una visione ingiusta e parziale.

Kennedy Marr è un personaggio per certi versi convenzionale nella sua anti-convenzionalità e rappresenta lo stereotipo classico dell’ “uomo maledetto”.

Alcool, donne e denaro sono i tre paradigmi attorno ai quali ruota la sua esistenza, ma Niven con il suo stile unico, capace allo stesso tempo di strappare una risata e tenere avvinto il lettore, ci accompagna nei meandri della complicata personalità di Kennedy, svelandone paure e insicurezze che ne stanno alla base e ne giustificano i comportamenti.

Così facendo ci mostra la profondità del vuoto, dell’onanismo della sua esistenza, fino a farci vedere e provare con i nostri sensi l’assoluta pienezza di ciò che la maggior parte di noi ritiene ordinario, senza spesso rendersi conto di quanto ogni esistenza, anche la più ordinaria, possa in realtà essere piena di ciò che veramente conta: l’amore e l’affetto delle persone care.

“Maschio Bianco Etero” è un libro che a mio avviso merita di stare sullo scaffale di qualsiasi lettore ami la narrativa non convenzionale e che considero superiore rispetto ad ” A volte ritorno”, romanzo di esordio di John Niven.

 

Maschio Bianco Etero è pubblicato in Italia da Einaudi e si trova già nella collana Einaudi Tascabili ad un prezzo di 13€.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.