La vergogna – Annie Ernaux

Ho la fortuna ed il privilegio di condividere la mia passione per la lettura con la mia compagna e molto spesso, un po’ come vasi comunicanti, ci consigliamo libri a vicenda, può sembrare una cosa di poco conto, ma credo che sia un modo unico e davvero piacevole di scoprire nuovi autori, nuovi libri e trovare l’altro tra le pagine. E’ esattamente ciò che è successo con Annie Ernaux e questo libro, La Vergogna. Entrato in casa come mio regalo per lei e poi finito tra le mie letture grazie al suo consiglio. Non poteva esserci consiglio più azzeccato.

L’aspetto peggiore della vergogna è che si crede di essere gli unici a provarla

Annie Ernaux – La Vergogna

Lo ammetto, non avevo mai letto nulla di Annie Ernaux e sono rimasto assolutamente affascinato dalla sua capacità di raccontare la propria realtà privata e personale suscitando al contempo nel lettore un istinto di assonanza. Annie Ernaux utilizza la sua esperienza come base per stabilire un legame emotivo con il lettore e lo fa senza perdere mai il tono lieve, sussurato e quasi confidenziale che la contraddistingue.

La vergogna è il racconto potente dell’abbandono dell’infanzia e dell’ingresso nell’età adulta. Un violento e brutale litigio tra il padre e la madre fa da spartiacque insormontabile tra il prima ed il dopo, un colpo netto che cambierà completamente la visione del mondo di una bambina dodicenne e che darà inizio alla fine dell’illusione infantile spingendola a fare i conti con il peso di una realtà ben meno accogliente.

La vergogna era ormai il mio stile di vita. Di fatto non la percepivo neanche più, mi era entrata sottopelle.

Annie Ernaux – La Vergogna

Le figure genitoriali si sgretolano e con essa l’idealizzazione che, come ogni bambino, Annie aveva conservato fino a quel momento. A stretto giro segue la presa di coscienza di essere altro rispetto ai riti e alle regole della scuola privata che frequenta, di appartenere alla “parte sbagliata” della società, quella meno colta, meno abbiente e meno capace di poter ignorare l’influenza del giudizio altrui. Una dietro l’altra cadono le cortine dell’ingenuità e tutto d’un tratto molti ricordi, molte scene acquisiscono un significato nuovo, più profondo e allo stesso tempo più devastante. Nasce la vergogna. La vergogna del non sentirsi abbastanza.

Nella vergogna c’è questo: la sensazione che possa accaderci qualsiasi cosa, che non ci sia scampo, che alla vergogna possa seguire soltanto una vergogna ancora maggiore.

Annie Ernaux – La vergogna

Credo non vi sia una singola persona al mondo che non abbia provato vergogna almeno una volta nel corso della sua vita, ognuno per motivi diversi, ma tutti prima o poi finiscono per provarla. La forza del romanzo di Annie Ernaux sta proprio nella capacità di trasformare la sua vergogna intima e personale fino a farla risuonare a livello collettivo, permettendo al lettore di trovare anche una parte del suo sentire tra le pagine. Non sono molti i libri che riescono a leggerci ( piccola citazione di “A libro Aperto” di Massimo Recalcati) ma La Vergogna mi ha letto e mi ha permesso di riallacciare i fili del mio passaggio tra l’infanzia e l’età adulta, ma questa è un’altra storia.

La Vergogna di Annie Ernaux è edito in Italia per i tipi di L’Orma Editore e si può trovare in commercio al prezzo di €15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.