L’educazione – ovvero la possibilità di scelta

Scrivo queste righe a caldo, al caldo, dopo aver terminato da qualche minuto”L’Educazione” di Tara Westover, cercando di prevenire il sedimentarsi del pensiero che mi ha suscitato la lettura di questo memoriale.

E’ rimasto ad osservarmi per quasi due anni sulla pila dei libri da leggere, ha osservato i suoi compagni di attesa essere letti prima di lui, fino a qualche giorno fa, quando ho deciso che fosse finalmente giunto il momento di cominciare a sfogliare questo esordio di cui avevo sentito tanto parlare.

Non voglio scrivere una recensione, ne tanto meno dilungarmi molto sull’aspetto letterario dell’opera di Tara Westover, molti altri ci hanno pensato prima di me con risultati più apprezzabili.

Mi ritengo un lettore forte, amo essere circondato da libri e non riesco a resistere all’acquisto compulsivo, spesso leggo più libri nello stesso momento dedicando ad ognuno di loro un particolare momento della mia giornata. Leggendo molto sono divenuto molto esigente e difficilmente trovo libri che mi colpiscano, in negativo o in positivo, al punto di sentire il desiderio di parlarne.

L’educazione fa parte di questi ultimi. Non tanto per la cifra stilistica espressa, quanto per la capacità che ha avuto di colpirmi. La storia raccontata è cruda, forte. Soprusi, ottusità, paranoie e bullismo famigliare sono elementi che ricorrono costantemente durante la narrazione. La protagonista viene letteralmente salvata dall’Educazione, capace di aprirle gli occhi e di farle trovare il coraggio di rivoltarsi a tutto quello che fino a quel momento aveva vissuto come verità assoluta ed unico modo di vivere possibile. Tale trasformazione ha inizio nel momento in cui la protagonista mette piede in un college dopo aver ricevuto per la prima parte della sua vita esclusivamente una istruzione domestica.

Ciò le permette finalmente di avere una scelta. Le da la libertà di scegliere, di mettere in discussione ciò che le è stato insegnato fino a quel momento e di cominciare a tracciare la propria strada, giusta o sbagliata che sia. Le da la possibilità di comprendere, capire, prendere le distanze e trovare una soluzione alternativa in base alle proprie conoscenze.

Tutto questo mi ha fatto pensare alla società nella quale viviamo, dove abbiamo un accesso illimitato ad informazioni di ogni tipo, in ogni momento della nostra giornata, con una facilità disarmante e mai raggiunta prima. Potremmo virtualmente approfondire qualunque argomento, ma stiamo perdendo la voglia e l’interesse di conoscere realmente qualcosa, ci soffermiamo per dieci secondi e ci sentiamo immediatamente degli esperti accontentandoci dell’opinione altrui senza formarcene una nostra.

Trovo tutto questo preoccupante, penso alla psicosi per il Corona Virus di questi ultimi giorni e mi chiedo cosa possa spingere così tante persone a svuotare i supermercati come se fosse scoppiata una guerra nucleare, nonostante le costanti rassicurazioni delle organizzazioni sanitarie. Un po’ come il padre di Tara che si prepara al capodanno del 2000 riempiendo la casa di provviste in attesa della fine del mondo. Eppure le informazioni erano li, pronte per essere ricevute e comprese. Alla portata di tutti.

Avevo capito che la capacità di abbracciare più idee, più storie, più punti di vista era un presupposto fondamentale per crescere come persona”

L’educazione – Tara Westover

Leggere, studiare, imparare, avere voglia di migliorarsi sono ciò che serve ad un essere umano per poter riuscire a raggiungere la piena consapevolezza di se e di ciò che lo circonda. L’istruzione e l’educazione sono gli unici modi possibili per avere davvero la piena libertà di scelta. Conoscere è fondamentale per poter discernere e reagire in maniera consapevole. Io continuo a leggere, nella peggiore delle ipotesi imparerò qualcosa di nuovo. Voi cosa ne pensate?

Qualora questo articolo vi abbia incuriosito e voleste leggere il libro di cui parlo “L’educazione” è edito dall’editore Feltrinelli nella collana Universale Economica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.