Il mondo dopo

Quarantena, giorno 22. Sembra che si veda la luce in fondo al tunnel o almeno così dicono. Tutto sommato non mi manca molto il non poter uscire di casa.

Nei primi giorni era peggio, credevo fosse una limitazione esagerata, ma facendo buon viso a cattivo gioco avevo preso questa limitazione come una sorta di vacanza forzata. Non poter andare a lavorare, poter avere tempo di dedicarmi alle mie passioni o avere finalmente tempo di fare una di quelle cose che nella quotidianità non si riescono mai a fare, perché c’è sempre qualcosa di prioritario o più importante che fa si che vengano rimandate. Viviamo in una bolla, da soli o circondati dai nostri cari ( sono uno di quei fortunati che può condividere questa quarantena con la persona che ama), comprendiamo solo adesso quanto sia importante avere un balcone o un piccolo giardino dal quale potersi affacciare sul mondo fuori.

Photo by Johannes Plenio on Pexels.com

Il mondo fuori è ancora li, pare sia più pulito e meno inquinato, più silenzioso, da qualche giorno mi chiedo come sarà dopo. Non credo che una pandemia possa passare senza lasciare conseguenze, siano esse emotive, economiche o sociali. Come sarà dopo?
Dopo l’immane sforzo sanitario, dopo il dolore ed il vuoto lasciato dalle morti di persone care, dopo la presa di coscienza che anche questo avanzato mondo occidentale, spesso spettatore non pagante delle disgrazie altrui, può essere messo in ginocchio da un nemico invisibile incredibilmente democratico, come sarà il mondo che ci attende?

Torneremo di nuovo al mondo di prima? Al mondo fatto di ritmi serrati, lavoro, individualismo, produttività, acquisti fondamentali di cose inutili, scadenze, brevi vacanze, apericena, incollati ai nostri smartphone immersi in una sorta di delirio collettivo da multitasking compulsivo oppure….

Oppure torneremo ad abbracciarci, ad apprezzare nuovamente il rapporto umano, ci prenderemo il tempo per ascoltare l’altro e daremo importanza alla condivisione fisica piuttosto che a quella social? Un po’ ci spero. Spero che questa esperienza forzata collettiva ci faccia riprendere possesso della nostra scala di valori e lasci maggior spazio al nostro essere umani.

Il mondo dopo mi spaventa. Se si leggono le colonne dei quotidiani, cartacee o meno, non si può non essere preoccupati. Dal punto di vista economico quanto meno. Sono anche io, come tanti di voi, in cassa integrazione, impossibilitato a lavorare perché facente parte di tutte quelle categorie che in questo momento, non sono necessarie e, per la salvaguardia giusta e corretta della salute di tutti, si sono dovute fermare. Il mio datore di lavoro prevede un calo del 30% dopo la riapertura e ha già messo le mani avanti dicendo che saranno richiesti sacrifici da parte di tutti, che dovremmo reinventarci e adattarci in base alle esigenze. Non so quanto ci sia di vero in tutto questo, ne se tutto questo potrà realizzarsi veramente, ma più penso al mondo dopo, più non so cosa ci possa davvero attendere. Non avevo mai pensato in vita mia di poter vivere una pandemia, era una di quelle cose talmente tanto distanti che non riuscivo neppure a prenderla in considerazione, invece…

Invece siamo qui, in quarantena, tutti quanti, a tifare per gli eroi che ogni giorno mettono a rischio la propria vita per salvaguardare la vita degli altri e tutto sommato qualsiasi mio sacrificio mi sembra nulla.

Non so come sarà il mondo dopo, se sarà diverso o uguale a prima, sicuramente sarò diverso io. Farò più volentieri le file al supermercato, alle poste, al cinema o in qualsiasi altro posto e non darò più così per scontato il fattore umano, perché, come dice e sostiene da sempre la mia compagna, i gesti carini cambiano il mondo e anche te.

E secondo voi come sarà il vostro mondo dopo?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.